Dott. David Pescarolo - Odontoiatria forense

Polizze infortuni (Infortunistica privata)

I traumi odontoiatrici che attingono alla sfera dell’infortunistica privata sono tutt’altro che infrequenti: avvengono spesso "quando uno meno se lo aspetta, durante la pratica di hobby ed attività sportive dilettantistiche, nel tempo libero, giocando con i propri figli o durante normali attività quotidiane. Dal punto di vista odontoiatrico, l’entità del danno può variare dal dente minimamente scheggiato al trauma grave con fratture ossee, a seconda della dinamica che l’ha ingenerato.

In molti casi, le vittime di tali incidenti si rivolgono direttamente al proprio dentista per ottenere un “semplice” certificato: tale scelta può essere corretta ed opportuna in caso di danni di lievissima entità, ma dovrebbe essere fatta con prudenza ed oculatezza in caso di danni più seri e/o quando sia meno facile stimare le conseguenze terapeutiche (ricostruzioni, devitalizzazioni, “capsule”, protesi, impianti, ecc.) sulla base del contratto sottoscritto.

Infatti sarebbe opportuno effettuare sempre una, almeno sommaria, disamina delle eventuali coperture assicurative famigliari, perché capita con inquietante frequenza di non avere diritto (senza saperlo) all’indennizzo in alcune tipologie di sinistro, anche sulla base delle estensioni di garanzia facoltative sottoscritte e delle clausole contrattuali presenti in polizza.

In molti casi, poi, sarà opportuno avvalersi di una consulenza di parte (per maggiori dettagli leggere: “Le tappe della consulenza”) che sia in grado di entrare nel merito della compatibilità del trauma con l’evento lesivo e/o di fare da contraltare (se necessario: di opporsi) alla stima e proposta di indennizzo avanzata dalla Compagnia assicuratrice.